• Area Covid-19
    .
  • deplazio
    il Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario del Lazio (DEP)
    con sede a Roma è un’istituzione attiva da oltre 30 anni
  • ambientale-valutativo
    il personale del DEP ha specifiche competenze di metodi
    epidemiologici in campo ambientale e valutativo
  • rischi ambientali
    Il DEP fornisce ai decisori le migliori conoscenze epidemiologiche
    per pianificare interventi di riduzione dei rischi per la salute
  • esiti
    Il DEP effettua studi di valutazione degli esiti delle cure sanitarie
  • cure sanitarie
    Il DEP fornisce evidenze per migliorare la qualità
    e l'efficacia delle cure sanitarie
  • inquinamento
    Il DEP valuta i rischi a breve e lungo termine associati
    all’esposizione ad inquinanti atmosferici
  • cambiamenti climatici
    Il DEP valuta l’impatto sulla salute dei cambiamenti climatici
    e degli eventi estremi ad essi associati

Registro Regionale Dialisi e Trapianti Lazio (RRDTL)

Effetti delle notti calde sulla mortalità nell'Europa meridionale PDF Stampa E-mail

notti calde europa sudUno studio internazionale mostra un'associazione tra le elevate temperature notturne, la durata delle notti calde ed il rischio di mortalità.

Lo studio ha utilizzato i dati di 11 città in 3 paesi (Portogallo, Francia e Italia) ed è stato appena pubblicato nella rivista "Epidemiology". Gli effetti delle elevate temperature e delle ondate di calore sulla salute della popolazione sono stati ampiamente studiati evidenziando un rischio per la salute. Le alte temperature notturne possono provocare uno stress termico prolungato, aggravato dal fatto che al corpo umano viene impedito il sonno e il riposo.

Lo studio ha evidenziato un incremento nel rischio rischio di mortalità quando le temperature notturne superano i 20 ºC e in misura minore per esposizioni prolungate al caldo notturno in tutti i paesi analizzati. Il rischio più alto è stato osservato in Portogallo, con un aumento del 37% dell'eccesso notturno e il rischio più basso in Francia con il 12%.

I risultati di questo studio forniscono una migliore comprensione delle esposizioni a temperature elevate nelle ore notturne sulla salute e possono aiutare a migliorare le misure di adattamento a livello locale.

 Clicca qui per andare alla pubblicazione.