• Area Covid-19
    .
  • deplazio
    il Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario del Lazio (DEP)
    con sede a Roma è un’istituzione attiva da oltre 30 anni
  • ambientale-valutativo
    il personale del DEP ha specifiche competenze di metodi
    epidemiologici in campo ambientale e valutativo
  • rischi ambientali
    Il DEP fornisce ai decisori le migliori conoscenze epidemiologiche
    per pianificare interventi di riduzione dei rischi per la salute
  • esiti
    Il DEP effettua studi di valutazione degli esiti delle cure sanitarie
  • cure sanitarie
    Il DEP fornisce evidenze per migliorare la qualità
    e l'efficacia delle cure sanitarie
  • inquinamento
    Il DEP valuta i rischi a breve e lungo termine associati
    all’esposizione ad inquinanti atmosferici
  • cambiamenti climatici
    Il DEP valuta l’impatto sulla salute dei cambiamenti climatici
    e degli eventi estremi ad essi associati

Registro Regionale Dialisi e Trapianti Lazio (RRDTL)

PiccoliPiù In Forma: online i nuovi contenuti dedicati alla sostenibilità PDF Stampa E-mail

piccolipiuuIl sito PiccoliPiù In Forma si popola di nuovi contenuti volti a sensibilizzare genitori e bambini verso stili di vita sostenibili per l’ambiente con importanti benefici per l’ambiente e la salute.

Il sito condurrà percorsi per adottare stili di vita salutari, rispettosi dell’ambiente ed economicamente sostenibili con ricette sfiziose, giochi e consigli utili per tutta la famiglia. Perché, ad esempio, è importante scegliere scuole vicino casa da raggiungere a piedi? Su PiccoliPiù In Forma si possono trovare le risposte a questa e ad altre domande e tanto altro.

PiccoliPiù In Forma: perché un focus sulla sostenibilità ambientale?

L’inquinamento atmosferico, il cambiamento climatico e gli eventi estremi che ne derivano sono tra i fattori di rischio più importanti per la salute della popolazione, in particolare per quella dei bambini. I più piccoli sono infatti particolarmente vulnerabili alle esposizioni ambientali che iniziano già prima del concepimento, durante la gravidanza e continuano dopo la nascita (i primi 1000 giorni di vita), passando attraverso l’infanzia e l’adolescenza fino all’età adulta.

In questo contesto, è necessario parlare di cambiamenti climatici anche ai bambini, per spiegare cosa si può fare anche in ambito familiare per contrastarli. È importante per le famiglie avere una maggiore consapevolezza dei livelli di inquinamento dell’aria della propria città e dell’’importanza di promuovere la creazione e l’utilizzo degli spazi verdi all’interno delle aree urbane.

È importante anche ricordare che ciò che scegliamo di mangiare ha un impatto sull’ambiente in cui viviamo e può rappresentare un fattore rilevante per il peggioramento dei cambiamenti climatici, per la perdita della biodiversità, per il degrado del suolo e per la scarsità di acqua. Tutti noi possiamo contribuire con piccoli cambiamenti nelle nostre abitudini a ridurre la nostra impronta ecologica, ad esempio diminuendo la quantità di cibo che sprechiamo ogni giorno o consumando meno plastica.

Allegato17 banner piccolipiu 468x60

PiccoliPiù In Forma: il progetto

Il sito è rivolto ai genitori di bambini di 4 e 5 anni al fine di promuovere una alimentazione varia ed equilibrata e uno stile di vita attivo, necessari per la prevenzione dell’obesità infantile e al fine di incentivare l’attuazione di scelte sostenibili per il Pianeta. Tutte le figure che sono in contatto con un bambino in età prescolare hanno l’opportunità di insegnare, soprattutto attraverso l’esempio e la partecipazione, l’adozione di stili di vita salutari e rispettosi dell’ambiente; ciò gli sarà utile per tutta la vita.

PiccoliPiù In Forma è nato sulla base dell’esperienza maturata nel corso di un progetto di ricerca finanziato dal Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie (CCM) del Ministero della Salute e coordinato dal Dipartimento di Epidemiologia del SSR del Lazio. Hanno partecipato al progetto due ospedali pediatrici di rilievo nazionale (l’Ospedale Pediatrico Meyer di Firenze, il Burlo Garofolo di Trieste) e due aziende ospedaliere (l’Azienda Ospedaliera e Universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino, l’Ospedale Versilia di Viareggio), il Centro di riferimento per le scienze comportamentali e la salute mentale dell’Istituto Superiore di Sanità (SCIC) e la Regione Siciliana. Il sito è stato sviluppato con il supporto di Think2.it ed Il Pensiero Scientifico Editore per lo sviluppo del materiale informativo (brochure, ricette, attività di gioco in casa o all’aperto e in cucina e altro ancora).

Qui trovate il sito Piccolipiù: https://piccolipiuinforma.it/