Progetto COMETA: valutare l'impatto del Covid-19 sui pazienti fragili Stampa

imgcometaÈ partito finalmente COMETA, progetto di ricerca finanziato dall’8×1000 dell’Istituto Buddista Italiano Soka Gakkai a cui prendono parte importanti enti clinici e di ricerca, tra cui il DEP Lazio.

L'obiettivo del progetto è quello di misurare l’impatto della pandemia sui pazienti fragili, come quelli oncologici o immunodepressi, e intraprendere quindi azioni strutturate che assicurino una continuità assistenziale sicura ed efficace.
Verrà creata anche una Biobanca Covid-19 di campioni biologi da pazienti infetti da SARS-CoV-2 al fine di analizzare i profili di mutazione del virus, e poter studiare le alterazioni della risposta immunitaria.

Il progetto di ricerca “CO-M-E-TA - Sviluppo di approcci e metriche per misurare l’impatto e migliorare gli esiti clinici dei pazienti con fragilità nell’era del COVID-19.” ha preso il via in questi giorni presso l’IRCCS Istituto Tumori Regina Elena (IRE), e sarà della durata di un anno.

Oltre al DEP Lazio, gli altri centri coinvolti sono: Istituto Dermatologico San Gallicano, Sapienza Università di Roma; Dipartimento di Medicina Clinica e Molecolare; Azienda Ospedaliero-Universitaria Sant’Andrea; Istituto Giovanni Paolo II di Bari; Dipartimento di medicina oncologica, USL-IRCCS di Reggio Emilia; Oncologia delle radiazioni.

Seguiranno su questa pagina tutti gli aggiornamenti più importanti relativi al progetto.