• Area Covid-19
    .
  • deplazio
    il Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario del Lazio (DEP)
    con sede a Roma è un’istituzione attiva da oltre 30 anni
  • ambientale-valutativo
    il personale del DEP ha specifiche competenze di metodi
    epidemiologici in campo ambientale e valutativo
  • rischi ambientali
    Il DEP fornisce ai decisori le migliori conoscenze epidemiologiche
    per pianificare interventi di riduzione dei rischi per la salute
  • esiti
    Il DEP effettua studi di valutazione degli esiti delle cure sanitarie
  • cure sanitarie
    Il DEP fornisce evidenze per migliorare la qualità
    e l'efficacia delle cure sanitarie
  • inquinamento
    Il DEP valuta i rischi a breve e lungo termine associati
    all’esposizione ad inquinanti atmosferici
  • cambiamenti climatici
    Il DEP valuta l’impatto sulla salute dei cambiamenti climatici
    e degli eventi estremi ad essi associati

Registro Regionale Dialisi e Trapianti Lazio (RRDTL)

Analisi spaziale per l’identificazione di cluster di casi COVID-19 a Roma e nel Lazio PDF Stampa E-mail

cluster covid lazioL’Italia è uno dei paesi europei più colpiti dal COVID-19. Su larga scala i dati hanno evidenziato la forte eterogeneità geografica dell’epidemia, ma che informazioni ci danno le analisi su scala ridotta, a livello comunale o di zona urbanistica?

Il DEP Lazio ha proposto una strategia di analisi per accertare la natura non casuale della diffusione spaziale dei casi di infezione da COVID-19 e identificare significative aggregazioni territoriali, al fine di potenziare le attività di “contact tracing” in specifiche aree del territorio regionale e in sottoaree della città di Roma.

Nello studio appena pubblicato su E&P viene utilizzata un’analisi (la statistica Scan) per identificare cluster spaziali di COVID-19 e per monitorare l’andamento dei cluster e dei nuovi focolai epidemici nel tempo.

L’analisi condotta nei Comuni del Lazio in due periodi di indagine evidenzia la presenza di diversi cluster localizzati nei comuni del Lazio e nei quartieri di Roma.

La statistica Scan può essere uno strumento prezioso per monitorare i focolai di malattia durante la fase attiva dell’epidemia, e un utile contributo alla sorveglianza epidemiologica in un determinato territorio.

Clicca qui per andare al link della pubblicazione.