• deplazio
    il Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario del Lazio (DEP)
    con sede a Roma è un’istituzione attiva da oltre 30 anni
  • ambientale-valutativo
    il personale del DEP ha specifiche competenze di metodi
    epidemiologici in campo ambientale e valutativo
  • rischi ambientali
    Il DEP fornisce ai decisori le migliori conoscenze epidemiologiche
    per pianificare interventi di riduzione dei rischi per la salute
  • esiti
    Il DEP effettua studi di valutazione degli esiti delle cure sanitarie
  • cure sanitarie
    Il DEP fornisce evidenze per migliorare la qualità
    e l'efficacia delle cure sanitarie
  • inquinamento
    Il DEP valuta i rischi a breve e lungo termine associati
    all’esposizione ad inquinanti atmosferici
  • cambiamenti climatici
    Il DEP valuta l’impatto sulla salute dei cambiamenti climatici
    e degli eventi estremi ad essi associati

Registro Regionale Dialisi e Trapianti Lazio (RRDTL)

Temperature elevate, inquinamento atmosferico e nascite pretermine a Roma: vivere in prossimità di aree verdi riduce i rischi? PDF Stampa E-mail

aree verdi mammeEsiste una correlazione positiva tra incremento della temperatura, dell’inquinamento atmosferico e rischio di nascite pretermine: lo studio condotto a Roma su una coorte di 56.576 neonati ha evidenziato che, per incrementi di 1 unità sia della temperatura che del PM10,il rischio di nascita pretermine aumenta rispettivamente di circa il 2% e lo 0.7% (Schifano et al., 2013).

Un nuovo studio sulla stessa coorte di nati pubblicato a Luglio 2019 sull’International Journal of Environmental Research and Public Health analizza se la presenza di verde urbano e il livello socioeconomico dell’area di residenza siano in grado di modificare l’associazione osservata. Un crescente interesse della ricerca è infatti quello di comprendere i potenziali benefici del verde urbano, in termini di mitigazione degli effetti dell’inquinamento e delle elevate temperature.

I risultati dello studio di Asta et al. sembrano indicare che a Roma l’effetto delle elevate temperature sul rischio di nascite pretermine sia modificato dal livello socioeconomico del contesto in cui la donna vive, e dalla vicinanza agli spazi verdi, nonostante i dati mostrino che soltanto il 16% delle madri vive entro 100 metri da un’area verde. Contrariamente alle aspettative, i risultati evidenziano che vivere vicino alle aree verdi aumenta il rischio di parto pretermine, soprattutto in aree a basso livello socioeconomico. L’effetto dell’inquinamento invece non risulta essere modificato da nessuno dei due fattori in studio.

Sebbene studi recenti sottolineino i benefici sulla salute degli spazi verdi nel contesto urbano, resta ancora molto da chiarire su come questo effetto possa cambiare in base al contesto sociale, ai diversi sottogruppi di popolazione ed agli esiti in studio.
Studi futuri dovranno approfondire il ruolo del verde urbano in relazione ai comportamenti individuali (per esempio se influiscono sull’attività fisica all’aperto) e ai diversi livelli di esposizione ambientale, al fine di ridurre i rischi per la salute e migliorare la vivibilità dell’ambiente urbano.

Cliccando qui trovate l’articolo The Modifying Role of Socioeconomic Position and Greenness on the Short-Term Effect of Heat and Air Pollution on Preterm Births in Rome, 2001–2013, mentre qui c’è l’opuscolo realizzato dal DEP in collaborazione col Ministero della Salute.