Sintesi dei risultati:

Idrossiclorochina rispetto a Trattamento standard per l'infezione da COVID-19

Paziente o popolazione:
Setting:
Intervento:
Confronto:

Esiti

Effetto assoluto anticipato* (95% CI)

Effetto relativo
(95% CI)

№ dei partecipanti
(studi)

Certezza delle prove
(GRADE)

Commenti

Rischio con Trattamento standard

Rischio con Idrossiclorochina

Mortalità per tutte le cause a fine trattamento o al più lungo follow-up
225 per 1.000
241 per 1.000
(218 a 268)
RR 1.07
(0.97 a 1.19)
5591
(7 RCT)
1,2,3,4,5,6,7

BASSA
a
L'idrossiclorochina rispetto al trattamento standard potrebbe avere un effetto piccolo o nullo sulla mortalità per tutte le cause.
SARS-CoV-2 clearance
650 per 1.000
643 per 1.000
(591 a 695)
RR 0.99
(0.91 a 1.07)
841
(5 RCT)
1,2,6,8,9

MOLTO BASSA
b,c
L'idrossiclorochina rispetto al trattamento standard potrebbe avere un effetto nullo sulla SARS-CoV 2 clearance ma le prove sono molto incerte
tempo SARS-CoV 2 clearance
Lo studio riporta che il tempo di conversione di negativizzazione (SARS-CoV-2 clearance) non differisce tra i due gruppi (mediana, 8 giorni vs 7 giorni); HR 0,846; 95%CI, 0,580 a 1,234; (p=0,341)
150
(1 RCT)
9

MOLTO BASSA
d,e
L'idrossiclorochina rispetto al trattamento standard potrebbe avere un effetto piccolo o nullo sul tempo di SARS-CoV 2 clearance ma le prove sono molto incerte
tempo SARS CoV-2 clearance (Media giorni)
-
SMD 0.23 inferiore
(0.51 inferiore a 0.05 maggiore)
-
194
(1 RCT)
3

MODERATA
f
L'idrossiclorochina rispetto al trattamento standard probabilmente riduce leggermente il tempo di SARS-CoV-2 clearance misurato in media giorni.
Numero di pazienti con qualsiasi evento avverso a fine trial o al follow-up più lungo
255 per 1.000
369 per 1.000
(244 a 555)
RR 1.45
(0.96 a 2.18)
860
(6 RCT)
1,4,5,6,9,10

MOLTO BASSA
g,h
L'idrossiclorochina rispetto al trattamento standard potrebbe aumentare il rischio di eventi avversi nei pazienti ma le prove sono molto incerte
Numero di pazienti con eventi avversi gravi a fine trattamento o al più lungo follow-up
29 per 1.000
33 per 1.000
(16 a 69)
RR 1.14
(0.54 a 2.41)
768
(4 RCT)
1,4,5,9

BASSA
i
L'idrossiclorochina rispetto al trattamento standard potrebbe avere un effetto piccolo sul rischio di eventi avversi gravi nei pazienti
Progressione della gravità della malattia COVID-19
46 per 1.000
23 per 1.000
(3 a 168)
RR 0.49
(0.07 a 3.66)
604
(3 RCT)
5,8,10

MOLTO BASSA
j,k,l
L'idrossiclorochina rispetto al trattamento standard potrebbe non aumentare il rischio di progressione della gravità della malattia COVID-19 nei pazienti ma le prove sono molto incerte
Durata ospedalizzazione
-
SMD 0.06 maggiore
(0.15 inferiore a 0.27 maggiore)
-
770
(3 RCT)
1,3,4

MOLTO BASSA
m,n
L'idrossiclorochina rispetto al trattamento standard potrebbe un effetto piccolo o nullo sulla durata dell'ospedalizzazione.
Numero di pazienti dimessi a fine trattamento o al più lungo follow-up
644 per 1.000
618 per 1.000
(592 a 644)
RR 0.96
(0.92 a 1.00)
5164
(2 RCT)
4,7

MODERATA
d
L'idrossiclorochina rispetto al trattamento standard probabilmente ha un effetto nullo sul numero di pazienti dimessi.
Miglioramento significativo della malattia polmonari alla TC
161 per 1.000
613 per 1.000
(261 a 1.000)
RR 3.80
(1.62 a 8.89)
62
(1 RCT)
10

MOLTO BASSA
l,o
L'idrossiclorochina rispetto al trattamento standard potrebbe migliorare la malattia polmonare alle immagini TC ma le prove sono molto incerte
Progressione/esacerbazione della malattia polmonare alla TC
348 per 1.000
157 per 1.000
(49 a 508)
RR 0.45
(0.14 a 1.46)
92
(2 RCT)
6,10

MOLTO BASSA
l,p
Le prove sono molto incerte circa l'effetto dell'idrossiclorochina rispetto al trattamento standard sulla progressione/esacerbazione della malattia polmonare riscontrata alle immagini TC ma le prove sono molto incerte
Mortalità per tutte le cause pazienti non ospedalizzati
Lo studio riporta che non si sono verificati decessi
293
(1 RCT)
11

BASSA
q
L'idrossiclorochina rispetto al trattamento standard potrebbe non avere alcun effetto sul rischio di mortalità nei pazienti non ospedalizzati.
Numero di pazienti con eventi avversi - pazienti non ospedalizzati
87 per 1.000
716 per 1.000
(444 a 1.000)
RR 8.23
(5.11 a 13.28)
353
(1 RCT)
11

BASSA
q
L'idrossiclorochina rispetto al trattamento standard potrebbe aumentare sensibilmente il rischio di eventi avversi in pazienti non ospedalizzati.
Numero di pazienti con eventi avvrsi gravi - pazienti non ospedalizzati
65 per 1.000
48 per 1.000
(20 a 113)
RR 0.73
(0.30 a 1.73)
353
(1 RCT)
11

BASSA
q
L'idrossiclorochina rispetto al trattamento standard potrebbe non incrementare il rischio di eventi avversi gravi in pazienti non ospedalizzati.
* Il rischio nel gruppo di intervento (e il suo intervallo di confidenza (IC) al 95%) si basa sul rischio assunto nel gruppo di controllo e sull'effetto relativo dell'intervento (e il suo IC al 95 %).

CI: Confidence interval; RR: Risk ratio; HR: Hazard Ratio; SMD: Standardised mean difference; OR: Odds ratio
La valutazione delle qualità delle prove secondo il GRADE Working Group
Qualità Alta: Siamo molto fiduciosi che l'effetto reale sia vicino a quello dell'effetto stimato
Qualità Moderata: Siamo moderatamente fiduciosi nella stima effetto: l'effetto reale può essere vicino all'effetto stimato, ma esiste la possibilità che sia sostanzialmente diverso
Qualità Bassa: la nostra fiducia nella stima effetto è limitata: l'effetto reale può essere sostanzialmente diverso dall'effetto stimato
Qualità Molto Bassa: Abbiamo pochissima fiducia nella stima dell'effetto: l'effetto reale è probabile che sia sostanzialmente differente da quello stimato.

Spiegazioni

a. Abbassato di due livelli per rischio di distorsione alto rispetto alla cecità dei ricercatori/clinici in cinque studi e poco chiaro in due studi, rischio poco chiaro rispetto alla'occultamento dell'assegnazione ai bracci sperimentali in quattro studi, uno studio presenta un rischio alto e tre un rischio poco chiaro rispetto rispetto alla completezza dei dati riportati, un rischio poco chiaro alla pubblicazione selettiva degli esiti in due studi
b. Abbassato di due livelli per rischio alto rispetto alla cecità dei partecipanti e i ricercatori/clinici in quattro studi e non chiaro in uno studio, per rischio non chiaro rispetto ad entrambi i bias di selezione in tre studi, rischio non chiaro rispetto alla completezza dei dati riportati in tre studi e rispetto alla pubblicazione selettiva degli esiti in uno studio
c. Abbassato di un livello per eterogeneità. I2=67%
d. Abbassato di un livello perché entrambi gli studi non sono stati condotti in condizioni di cecità per i ricercatori/clinici
e. Abbassato di due livelli per bassa numerosità campionario (<200) e intervallo di confidenza che comprende sia benefici che danni apprezzabili.
f. Abbassato di un livello per rischio poco chiaro rispetto all'occultamento dell'assegnazione dei partecipanti ai bracci sperimentali, rispetto alla cecità dei partecipanti e clinici/ricercatori e rispetto al reporting selettivo degli esiti.
g. Abbassato di due livelli perché quattro studi hanno un rischio alto rispetto alla cecità dei ricercatori/clinici e uno studio non chiaro, tre studi presentano un rischio non chiaro per l'assegnazione dei partecipanti ai bracci sperimentali, tre studi rischio non chiaro per il reporting dei dati e uno studio per l'incompletezza dei dati per gli esiti
h. Eterogeneità moderata I2=57%
i. Abbassato di due livelli perché tre studi non sono stati condotti in condizioni di cecità per i ricercatori/clinici, due studi presentavano un rischio di distorsione poco chiaro rispetto all'assegnazione dei partecipanti ai bracci sperimentali.
j. Abbassato di due livelli per rischio di distorsione alto rispetto alla cecità dei ricercatori/clinici in tutti gli studi rischio poco chiaro rispetto all'assegnazione ai bracci sperimentali dei pazienti in tutti gli studi e rischio poco chiaro rispetto alla randomizzazione in uno studio, rischio poco chiaro per la pubblicazione selettiva degli esiti in due studi
k. Abbassato di un livello per eterogeneità. I2=50%
l. Abbassato di un livello per imprecisione dovuta alla bassa numerosità del campione
m. Abbassato di due livelli per rischio di distorsione alto rispetto alla cecità dei ricercatori/clinici in due studi e poco chiaro nell'altro studio e per rischio poco chiaro nell'occultamento rispetto all'assegnazione ai bracci sperimentali in due studi e rispetto al reporting selettivo degli esiti in uno studio.
n. Abbassato di un livello per eterogeneità. I2=48%
o. Abbassato di due livelli per rischio di distorsione poco chiaro rispetto all'assegnazione dei pazienti ai bracci sperimentali, alto rischio rispetto alla cecità dei ricercatori/clinici, rischio poco chiaro per il reporting dei dati e per la pubblicazione selettiva degli esiti.
p. Abbassato di due livelli perchè tutti gli studi presentano un rischio alto rispetto alla cecità dei ricercatori/clinici e rischio poco chiaro per il reporting dei dati e uno studio rischio non chiaro per l'assegnazione dei partecipanti ai bracci sperimentali.
q. Abbassato di due livelli perchè lo studio presenta un rischio di distorsione alto rispetto alla cecità dei ricercatori clinici e rischi non chiari per l'occultamento dell'assegnazione dei partecipanti ai due gruppi

References

1. Ulrich, Robert J., Troxel, Andrea B., Carmody, Ellie, Eapen, Jaishvi, Bäcker, Martin, DeHovitz, Jack A., Prasad, Prithiv J., Li, Yi, Delgado, Camila, Jrada, Morris, Robbins, Gabriel A., Henderson, Brooklyn, Hrycko, Alexander, Delpachitra, Dinuli, Raabe, Vanessa, Austrian, Jonathan S., Dubrovskaya, Yanina, Mulligan, Mark J.. Treating Covid-19 With Hydroxychloroquine (TEACH): A Multicenter, Double-Blind, Randomized Controlled Trial in Hospitalized Patients. Open Forum Infectious Diseases; 2020.
2. Chen, C-P,Lin Y-C,Chen T-C,et al.. A Multicenter, randomized, open-label, controlled trial to evaluate the efficacy and tolerability of hydroxychloroquine and a retrospective study in adult patients with mild to moderate Coronavirus disease 2019 (COVID-19). medRxiv; 2020.
3. Abd-Elsalam S, Esmail E S Khalaf M et al.. Hydroxychloroquine in the Treatment of COVID-19: A Multicenter Randomized Controlled Study. Am. J. Trop. Med. Hyg; 2020.
4. Cavalcanti AB, Zampieri FG,Rosa RG,Azevedo LCP,Veiga VC,Avezum A,al.,et. Hydroxychloroquine with or without Azithromycin in Mild-to-Moderate Covid-19.. New England Journal of Medicine.; 2020.
5. Chen L, Zhang Z-y,Fu J-g,Feng Z-p,Zhang S-Z,Han Q-Y,et al.. Efficacy and safety of chloroquine or hydroxychloroquine in moderate type of COVID-19: a prospective open-label randomized controlled study.. medRxiv. 2020:2020.06.19.20136093.; 2020.
6. Chen J, Liu L Liu P et al.. A pilot study of hydroxychloroquine in treatment of patients with moderate COVID-19.. J Zhejiang Univ (Med Sci); 2020.
7. Horby P, Mafham M,Linsell L,et al.. Effect of Hydroxychloroquine in Hospitalized Patients with COVID-19: Preliminary results from a multi-centre, randomized, controlled trial. medRxiv; 2020.
8. Kamran, sultan mehmood, Mirza, Zill e Humayun, Naseem, Arshad, Saeed, Farrukh, Azam, Rizwan, Ullah, Naqeeb, Ahmad, Wazir, Saleem, Salman. Clearing the fog: Is HCQ effective in reducing COVID-19 progression: A randomized controlled trial. medRxiv; 2020.
9. Tang W, Cao Z Han M et al.. Hydroxychloroquine in patients with COVID-19: an open-label, randomized, controlled trial.. BMJ; 2020.
10. Chen Z, Hu J Zhang Z et al. Efficacy of hydroxychloroquine in patients with COVID-19: results of a randomized clinical trial.. MedRxiv; 2020.
11. Mitjà O, Corbacho-Monné M,Ubals M,et al.. Hydroxychloroquine for Early Treatment of Adults with Mild Covid-19: A Randomized-Controlled Trial.. Clinical Infectious Diseases.; 2020.

Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale, Regione Lazio - Laura Amato l.amato@deplazio.it